Hamilton Khaki Field Officer manuale

Se vuoi vedere la mia video recensione ecco qui, altrimenti puoi continuare a leggere l’articolo più in basso nella pagina.

 
Cari lettori orologieri, sono oggi a presentare un orologio a carica manuale, uno di quei pezzi che ti fanno rimembrare il passato grazie alla peculiarità di avere il piacere di dover ruotare periodicamente la corona per farlo vivere.

Qualche lustro fa era scoppiata la moda dei Tamagochi, quei cosi digitali verso i quali ci si doveva ricordare di compiere quotidianamente delle operazioni ben precise, pena la “morte” (era un giochino elettronico) e la fine del gioco.

Ora, volendo essere simpatico, vorrei paragonare un orologio a carica manuale proprio al Tamagochi; se non si provvede alla carica quotidiana il nostro amato segna tempo si fermerà, decretando la nostra sconfitta.

Bando alle ciance e veniamo all’orologio, l’Hamilton Khaki Field Officer nella referenza H69619533

Diametro 44 mm
Spessore 12 mm
Ansa 22 mm
Vetro Zaffiro
Impermeabilità 100 m
Calibro ETA6497 a carica manuale
Riserva di carica circa 40 ore

Hamilton Khaki Field Officer nella referenza H69619533
Hamilton Khaki Field Officer nella referenza H69619533

Si tratta di un orologio dalla chiara ispirazione militare come Hamilton è solita fare, categoria nella quale risulta sempre credibile e perfettamente a proprio agio.

L’orologio si presenta con un diametro di ben 44 mm, che potrebbero scoraggiare qualcuno ma che rappresentano un tocco di contemporaneità nel momento in cui si decide di andare incontro al mercato che ultimamente sta richiedendo orologi ben visibili, ma allo stesso tempo richiama anche gli orologi destinati agli aviatori che avevano appunto la peculiarità di essere ben massicci. Attenzione che avendo la lunetta praticamente inesistente, ed essendo quindi un “tutto quadrante”, all’occhio risulta ancora più grande.

Le mie attuali preferenze mi portano ad optare per segnatempo dalle misure più compatte, nonostante ciò sono riuscito ad apprezzare anche questo orologio, soprattutto perchè è stato acquistato con un preciso scopo che “svelerò” più tardi.
All’interno troviamo il super collaudato calibro ETA 6497 che sfocia sul quadrante regalandoci quella splendida secondina ad ore 9, un tocco per me irresistibile che aumenta la personalità dell’orologio e lo differenzia un poco dalla massa.

Il quadrante non spicca per particolari lavorazioni, un orologio militare non abbisogna certo di parti in rilievo o di scintillanti particolari; è infatti nato per essere leggibile, immediato e robusto; da sottolineare solamente il reahut che risulta inclinato di circa 45 gradi rispetto al quadrante e delinea la perfetta chiusura con il vetro.

Dettaglio quadrante - Hamilton Khaki Field Officer
Dettaglio quadrante – Hamilton Khaki Field Officer

I numeri 12 e 6 appaiono di dimensioni maggiori rispetto agli altri, questa è una caratteristica che si ripete spesso negli orologi Hamilton; può piacere come no.

Dettaglio quadrante - Hamilton Khaki Field Officer
Dettaglio quadrante – Hamilton Khaki Field Officer

La finitura della cassa è totalmente satinata, in linea con lo spirito dell’orologio, mentre la corona è lucida, un contrasto che spicca agli occhi degli appassionati più attenti.

La corona lucida
La corona lucida
Cassa finemente satinata
Cassa finemente satinata

Il fondello è si chiuso (avvitato), ma con un piccolo oblò vetrato che lascia intravedere parte del movimento all’altezza dell’oscillatore, il cuore di ogni movimento. Belle anche le scritte che riportano i vari parametri: sono allineate a sinistra ed incolonnate con precisione in pieno stile militaresco.

Il fondello con il piccolo "oblò"
Il fondello con il piccolo “oblò”

Il cinturino può essere definito senza infamia e senza lode, qualità sufficiente ma niente più. Va da se che il cambiare un cinturino per divertirsi a scoprire nuovi abbinamenti, è parte integrante della nostra passione.

Panoramica dell'orologio e del cinturino
Panoramica dell’orologio e del cinturino
Dettaglio del cinturino
Dettaglio del cinturino
Dettaglio della fibbia
Dettaglio della fibbia

Gli aspetti negativi dell’Hamilton Khaki Officer Mechanical

Sinceramente ho fatto fatica a trovare degli aspetti totalmente negativi in questo segnatempo, ma con un po’ di sforzo potremmo definire come “negativo”

  • Il diametro della cassa. L’assenza della lunetta lo fa sembrare ancora più grande dei 44mm (ma è relativo ai gusti).
  • Il cinturino. Da “bocciare in quanto dall’aspetto economico
  • Antiriflesso. O meglio la mancanza di antiriflesso sul vetro che risulta spesso un piccolo specchio.

Nonostante ciò la leggibilità del quadrante è ottima, grazie all’elevato contrasto Sfere/Quadrante e all’ampiezza del dial.

In conclusione si tratta di un ottimo orologio, con un marchio conosciuto ed un calibro manuale collaudato e preciso (ho riscontrato un +7 sec al giorno).

In questa fascia di prezzo risulta quindi un oggetto appetibile e del quale non ci si pentirà.

E adesso posso spiegare il motivo dell’acquisto. Avevo acquistato questo Hamilton a carica manuale appositamente per un preciso progetto e cioà utilizzare un cinturino Bund in sostituzione dell’originale.

Mi sono fatto fare il Bund artigianale su misura da Jhon Cool Straps e l’ho poi montato sull’orologio.
Il cinturino è ovviamente di qualità alta e ben fatto… vi lascio con le foto definitive.

Hamilton Khaki Field Officer manuale H69619533

Disclaimer: Sono un appassionato collezionista con limitate nozioni tecniche e tanta voglia di studiare. Le recensioni qui riportate rappresentano esclusivamente un parere personale e sono frutto di esperienza diretta. Gli orologi recensiti sono stati tutti da me posseduti nel tempo.

Un commento

  1. Pingback: Hamilton Khaki Field automatico ref. H70455133 ⋆ Recensione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.