Junghans Meister Classic 027/4313.44

Junghans Meister Classic 027/4313.44  recensione completa

Se vuoi vedere la mia video recensione eccola qui sotto, altrimenti puoi scorrere la pagina e leggere l’articolo

Junghans Meister Classic 027/4313.44
Junghans Meister Classic 027/4313.44

Cari amici appassionati di orologeria eccoci qui con la recensione di un segnatempo insolito.

Lo definisco così perchè usualmente si è abituati ad associare Junghans con l’iconico Max Bill, ma in realtà la casa teutonica ha nel suo catalogo innumerevoli interessanti orologio e questo Meister è uno di questi.

Stiamo parlando dello stile Bauhaus, una forma d’arte, architettura e design che ebbe nascita in Germania negli anni 20 dello scorso secolo.

Minimalismo ed essenzialità, volendo riassumere volgarmente, sono i dettami principali dello stile  che si riflettono poi sul design di questo orologio.

Un altro esponente di questa categoria è Nomos, altro brand tedesco che però, a differenza di Junghans che incassa calibri di fornitura, si avvale di movimenti “in house”.

Da tempo ormai il Made in Germany, a livello orologiero, ha raggiunto livelli elevati e di estrema qualità e Junghans si inserisce di diritto in questo ambito. Anche per la storia e per la tradizione che si porta dietro.

A tal proposito l’attuale fabbrica vede annesso uno spettacolare museo terrazzato in collina che rinchiude tutti i passi fatti dalla casa da più di un secolo…

L’attuale sede di Junghans

 

Tornando all’orologio devo dire di averlo scelto appunto per il suo minimalismo, un segnatempo da indossare con classe che però ha quel tocco di contemporaneità dato dal bracciale.

La cassa dello Junghans Meister

Iniziamo con le misure, minimal anche queste. Diametro cassa 38,4 mm – spessore 9,1 mm e lug to lug di 43 mm.


Occorre subito sottolineare che la quasi totale assenza della lunetta decreta la vestibilità di questo orologio; essendo “tutto quadrante” veste molto bene anche sul mio polso da 19 cm di circonferenza e non bisogna commettere l’errore di considerarlo “troppo piccolo“. Per favore lasciamo ai Daniel Wellington l’onere di essere “padellosi“…

La cassa è in acciaio inox e risulta tutta completamente lucidata mentre le anse sono poco più di 4 piccole protuberanze che vanno a raccordarsi elegantemente ai finali.

Le sottili anse
Le sottili anse

Sottili e curve per seguire la forma del polso.

La sottile lunetta funge da punto di incontro tra il vetro e la carrure. Si tratta di un plexiglass bombato che dicono sia stato trattato per resistere maggiormente ai graffi.

I vetri in plexiglass duro, impiegati nello stabilimento di Junghans per la produzione degli orologi possiedono uno strato trasparente di protezione. Questo strato trasparente produce un plusvalore a livello funzionale ed estetico: resistenza ai graffi, resistenza superiore ai raggi ultravioletti e alle sostanze chimiche e una brillantezza profonda superiore del plexiglass.

La carrure sfina verso il fondello aperto con un particolare profilo acuto. I 9 mm di spessore sono già pochi di suo, se poi ci mettiamo questa particolare conformazione dell’accoppiata carrure e fondello ecco che ci ritroviamo con un segnatempo dal profilo ridottissimo, come ci si aspetterebbe da questa tipologia di orologi.

La carrure sfina verso il fondello aperto
La carrure sfina verso il fondello aperto e lo stupendo plexiglass bombato

Il fondello è fissato alla cassa tramite 5 viti che scompaiono nei loro rispettivi alloggiamenti;  è a vista e grazie al diametro ridotto dell’orologio l'”effetto ciambella” è tutto sommato scongiurato… Vi sono riportate le specifiche dell’orologio tra cui la referenza e l’impermeabilità che è di sole 3 atmosfere. Quindi un orologio da tenere distante dall’acqua…

Il fondello a vite è a vista Junghans Meister Classic
Il fondello è a vista, si notano i 5 alloggiamenti e le viti di fissaggio

 

La corona, con il logo Junghans finemente inciso, è del tipo push/pull. Una scelta giusta per un orologio che non vuole essere ne tecnico ne professionale.

Da rimarcare la differente rifinitura dell’incisione sabbiata rispetto alla corona lucida.

Il logo inciso sulla corona con la differente finitura Junghans Meister Classic
Il logo inciso sulla corona con la differente finitura con panoramica del profilo filante

 

Il quadrante dello Junghans Meister

Panoramica del quadrante dello Junghans Meister
Panoramica del quadrante dello Junghans Meister

Il quadrante è veramente ipnotico, il vetro bombato deforma l’estremità delle sfere in maniera particolare e soprattutto quella dei secondi che sembra sfiorare il bordo della lunetta. Gli indici ad ore 3 – 6 – 9 e 12 sono applicati ed in rilievo, con quest’ultimo di maggiore larghezza rispetto agli altri. Sono in acciaio inox lucidato in modo da riflettere la luce da ogni angolazione e garantirne la leggibilità.

Panoramica del quadrante Junghans Meister Classic
Panoramica del quadrante

Risultano comunque ben leggibili anche gli altri indici stampati, sarà per l’elevato contrasto dial/sfere o per la pulizia del quadrante, fatto sta che questa è una delle caratteristiche principali che cerco negli orologi: la leggibilità appunto.

Ad ore 12 troviamo il logo e la scritta Junghans, ad ore 6 la scritta Automatic in maiuscolo e alla base del reahut l’orgogliosa dicitura Made in Germany, che la dice lunga sul fatto che l’orologeria tedesca è in ascesa.

Ci sono brand che fanno letteralmente carte false per apporre la scritta Swiss Made e Junghans, pur montando un calibro svizzero, si avvale orgogliosamente delle proprie origini…

La finestrella data ad ore 3 rovina forse un poco l’eleganza e l’essenzialità del quadrante, specie il fatto che la ruota data è a fondo bianco.

La scelta del bianco è comunque mirata a migliorare la leggibilità della data; il bianco su nero sarebbe stato più mimetico ma meno visibile.

Va inoltre ricordato che lo stile Bauhaus prevede si essenzialità e minimalismo, ma entrambi propedeutici alla funzionalità, e in questo caso la funzionalità della lettura della data è da ricercarsi nello sfondo bianco.

Il bracciale

Il bracciale è l’unica parte di questo orologio che presenta parti non lucide. Possiamo infatti notare i quattro segmenti “centrali” lucidi e gli altri 5 segmenti satinati longitudinalmente.

In primo piano l'alternanza magli lucide e satinate
In primo piano l’alternanza magli lucide e satinate

Al polso attira molto gli sguardi e contrasta bene con quadrante nero e minimal. I finali pieni si raccordano con precisione alla cassa e la chiusura a farfalla presenta il logo e la scritta Junghans nello stesso stile della corona vista precedentemente.

Dettaglio della chiusura
Dettaglio della chiusura
Primo piano del bracciale e del logo sulla chiusura
Primo piano del bracciale e del logo sulla chiusura

La parte ripiegabile della chiusura risulta di un acciaio spesso e ben lavorato, anch’esso lucidato, mentre per completezza occorre evidenziare che il sistema per togliere le maglie è quello dei semplici pin a pressione.

Il calibro

Il movimento incassato da questo orologio è una elaborazione dello storico ETA 2892-A2. Quando si parla di orologi nei quali vengono montati calibri di fornitura, come in questo caso, spesso si storce il naso e viene vista come una soluzione economica alla domanda: quale “motore” montiamo?

Se però guardiamo bene nei dettagli ci rendiamo conto che le modifiche apportate e le decorazioni sono notevoli e stravolgono gran parte dell’aspetto del meccanismo.

Il calibro in questione è lo Junghans J820.4 su base ETA 2892-A2. Se però guardiamo le foto ingrandite vediamo che la cura del dettaglio è maniacale e le decorazioni apportate sono veramente belle. Già di per se il 2892 parte dalla versione elaborè e non esiste la versione standard senza decorazioni.

Per completezza di informazione possiamo dire che i calibri ETA possono uscire dalla fabbrica in 4 versioni di finitura: standard, elaborè, top grade e COSC.

Le decorazioni del ponte e della massa oscillante
Le decorazioni del ponte e della massa oscillante

In foto è veramente difficile riuscire a catturare i riflessi delle decorazioni; troviamo la massa oscillante decorata a “cote de geneve” e i ponti finemente lavorati.

calibro J820.4
calibro J820.4

La precisione di marcia misurata è stata di +5 secondi al giorno

I difetti dello Junghans Meister

Difetti veri e propri non ce ne sono.  La leggibilità notturna è scarsa ma stiamo parlando di un dress watch senza lume sul quadrante ed è così che deve essere.

Risulta molto leggero al polso e se da una parte risulta molto comodo, la sensazione di economicità che ne deriva è destabilizzante.

In realtà niente in questo orologio da l’impressione di essere “cheap” ma tenendolo in mano e sentendo l’esiguità del peso, ti da la sensazione di “basso livello”.

Conclusioni

In conclusione si tratta di un orologio elegante, ma più che elegante lo definirei di classe. Un segnatempo che palesa il buongusto di chi lo indossa trasformandolo in un fine intenditore di orologi.

Io ho preferito la versione con bracciale perchè negli orologi contemporanei prediligo questa scelta, ma immagino che con un cinturino in pelle di qualità si possa trasformare nell’orologio da cerimonia perfetto.

In pratica quando voglio apparire migliore di quanto in realtà sono, indosso questo orologio…

 

ed ora un po di fotografie come al solito

Junghans Meister Classic 027/4313.44Junghans Meister Classic 027/4313.44Junghans Meister Classic 027/4313.44

 

 

Technical
Movement Mechanical
Calibre Junghans Cal. J820.2
Hacking Yes
Power reserve 40 hours
Hand winding Yes
Automatic Yes
Glass Plexi with SICRALAN
Date Yes
Width (without crown) 38.4mm
Thickness 9mm
Water resistance 30m
Dial Black
Crown Push/pull
Case material Steel
Band material Steel
End links Solid

Recensione Junghans Meister Classic 027/4313.44

Disclaimer: Sono un appassionato collezionista con limitate nozioni tecniche e tanta voglia di studiare. Le recensioni qui riportate rappresentano esclusivamente un parere personale e sono frutto di esperienza diretta. Gli orologi recensiti sono stati tutti da me posseduti nel tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.