Vostok Amphibia ref. 120812 modificato

Recensione personale del Vostok Amphibia ref. 120812

Se vuoi guardare la mi Video recensione del Vostok Amphibia ecco qui sotto il viseo. altrimenti puoi continuare nella lettura e troverai l’articolo più sotto.

Vostok Amphibia ref. 120812, quadrante blu e ghiera aftermarket
Vostok Amphibia ref. 120812, quadrante blu e ghiera aftermarket

Cari lettori appassionati di orologeria, sono qui a condividere uno dei miei ultimi acquisti che è tutt’ora in mio possesso, un Vostok Amphibia ref. 120812 quadrante blu.
Premessa: avevo 2 orologi russi che ho già recensito, un Amphibia e un Komandirskie ma entrambi con data e il fatto che non avessero la rimessa rapida della data iniziava ad essere insopportabile.
Ho deciso quindi di venderli ma siccome non si può vivere senza almeno un orologio russo (in realtà ne sono in arrivo altri) ne ho preso uno senza data e dalle dimensioni più contenute.
Ho scelto questa referenza, la 120812. per i seguenti motivi:
* per il dial blu, un blu veramente blu e non nero/blu come certi
* per i numeri arabi in stile Hydroconquest e Combat Sub, simmetria assicurata
* per l’assenza della data, che bello non dover più regolare la data avanti e indietro
* per le dimensioni, ghiera diametro 39 mm, carrure diametro 40 mm scarsi

Nelle foto qui sotto potete vedere che il diametro ghiera è di 40 mm, questo perchè la ghiera blu non è quella originale ma una ghiera aftermarket (comprata da AM Diver in Germania) che risulta leggermente più larga in diametro.

Non si tratta della sola modifica effettuata, in origine è arrivato con cinturino “gommone” (che non è per nulla male) ma preferendo io il diver “tutto acciaio” mi sono attivato per sostituirlo. Qui sotto una foto dell’orologio così come è arrivato.

vostok anfibia
Il Vostok così come è arrivato

 

E qui apriamo il primo paragrafo delle modifiche che penso possa essere utile a chi vuole un bracciale “decente” per i propri russi.
In pratica Vostok (ecco qui il link verso meranom.com) ha messo in vendita un bracciale a maglie piene universale e, separatamente, i vari finali a maglie ripiegate per i vari modelli di casse che produce.
Il bracciale originale è il punto debole dei Vostok in generale e con questo upgrade l’orologio migliora di molto. Ho messo a misura il bracciale ed ho sistemato i finali. Erano abbastanza laschi e facevano un rumore brutto di chincaglieria.
Avevo utilizzato le anse del precedente bracciale mentre quelle che spediscono in dotazione hanno un diametro maggiore, sono più “ciccione” e contribuiscono a mantenere saldi i finali.
Nonostante questo ho dovuto ribattere le magli ripiegate con un martellino in modo da farle incastrare alla perfezione. Certo se avessero utilizzato dei finali pieni sarebbe stato molto meglio.

Avevo ordinato bracciale (che è universale per tutte le casse Vostok) e finali della cassa 120. Una volta arrivato mi sono reso conto che mi hanno spedito 5 coppie di finali più quella che ho ordinato. Quindi mi sembra di capire che con il bracciale sono comprese 5 coppie di finali e non c’è bisogno di ordinare altro.
Il lato positivo è che ora ho dei finali per casse Vostok, caso mai volessi comprarne altri….

Dalle foto di seguito vedete anche che è compresa una bustina con diverse molle per ansa, molto utili.

La misura del bracciale parte dai 20 mm e si rastrema a 18 mm in corrispondenza della clasp. Questa cosa mi piace perchè il mio orologio ha misura di ansa 18 mm e una volta inserito il finale da 18 mm parte poi il bracciale che si allarga a 20 mm donando al tutto un aspetto più proporzionato.
Il precedente bracciale generico a finali dritti che stavo utilizzando rendeva l’orologio squilibrato e lo spazio tra cassa e finali dritti non mi è mai piaciuto.

La fattura sembra buona, sicuramente migliore dei vecchi originali e di quelli aftermarket che si comprano su Ebay o Amazon. Certo non siamo ai livelli di marchi più costosi, ma va bene così.

 

Dettaglio del bracciale
Dettaglio del bracciale del Vostok Amphibia
Dettaglio della clasp con doppia sicurezza
Dettaglio della clasp con doppia sicurezza
Dettaglio della parte ripiegabile della clasp
Dettaglio della parte ripiegabile della clasp


La seconda modifica riguardante questo Amphibian è, come accennato all’inizio, la ghiera AM Diver.

La ghiera originale ha la sua personalità, chiaramente di stampo prettamente “sovietico”, e può tranquillamente essere tenuta.

Il punto è che io utilizzo la ghiera in palestra, la giro (e qui mi torna bene che non abbia scatti e giri in entrambi i sensi) e la porto sulla lancetta secondi per contare 1 minuto.
La ghiera originale (causa calo di vista dopo i 40 anni) non è così ben leggibile e tutti i numeri mi sembravano uguali, faticavo molto a capire quale era il punto “zero”.
Adesso con il classico triangolino il tutto è molto più efficiente. Senza contare che è una miglioria estetica non da poco.

Ho colto l’occasione per sostituirla con una aftermarket venduta da AM Diver (qui il link verso AM Diver). Ci sono diversi colori di ghiera ed io ho optato per una blu, dello stesso colore del quadrante. Occorre precisare che non si tratta di un acquisto economico in quanto il costo è di circa 45 euro, poco meno dell’orologio stesso…

Smontare la ghiera originale è alquanto semplice, basta far leva sulla cassa e sollevarla delicatamente. Ci troviamo poi con in mano un anello metallico che tondo non è, diciamo “sagomato”; questo anello va poi inserito nella nuova ghiera e inserito a pressione (molta) sull’alloggio nell’orologio.

Anello di tenuta metallico

Per alcune volte il risultato è stato poco efficace in quanto la ghiera risultava troppo morbida e senza resistenza alla rotazione. L’ho smontata di nuovo ed ho lavorato sull’anello modificandone le pieghe. Dopo diverse prove ho ottenuto la giusta “durezza” della ghiera e sono rimasto soddisfatto del risultato ottenuto.

Primo piano dell'Amphibia con ghiera blu
Primo piano dell’Amphibia con ghiera blu
Ancora una inquadratura della splendida ghiera
Ancora una inquadratura della splendida ghiera
Dettaglio della zigrinatura
Dettaglio della zigrinatura
La perfetta accoppiata quadrante/ghiera
La perfetta accoppiata quadrante/ghiera

 

Sull’orologio in se vale quanto detto nella precedente recensione (link alla recensione), eccetto per la data che qui non esiste. Secondo me la simmetria dei numeri arabi del quadrante è perfetta, senza contare che ogni volta che devo “rimettere l’ora“, causa rotazione orologi, non faccio altro che sistemare le sfere sull’orario senza preoccuparmi se sia AM o PM e senza dover fare i salti mortali per mettere la data. Alla luce di ciò, il calibro incassato è il 2415 sprovvisto di datario. Un movimento a 31 rubini e dichiara una precisione di -20/+60 secondi al giorno. La riserva di ricarica è di 31 ore.

La cassa 120 e le relative misure
La cassa 120 e le relative misure

L’aspetto è equilibrato ed è mia opinione che sia proprio questa cassa (la 120) la più proporzionata rispetto ad altre esistenti nella gamma Vostok Amphibia.


In conclusione il Vostok Amphibia è un orologio che già di per se può dare notevoli soddisfazioni e che con un paio di modifiche diventa contemporaneo e al passo con i tempi, perdendo ovviamente un poco di fascino orientale, ma guadagnando in aspetto estetico e funzionalità.

Per chi volesse acquistare questo orologio ecco qua il link: https://amzn.to/2Yy5jKc


Ed ora la consueta carrellata di foto

Vostok Amphibia ref. 120812

 

Disclaimer: Sono un appassionato collezionista con limitate nozioni tecniche e tanta voglia di studiare. Le recensioni qui riportate rappresentano esclusivamente un parere personale e sono frutto di esperienza diretta. Gli orologi recensiti sono stati tutti da me posseduti nel tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.